Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘studi medici’

E’ arrivatala prima prova specifica, se mai ce ne fosse bisogno: lo spuntino di mezzanotte non aiuta a mantenere il giusto peso.Ingrassare non è solo una questione di quante calorie vengono assunte e consumate. Il meccanismo è più complesso e coinvolge il ritmo circadiano, cioè quel ritmo interno che coinvolge i cicli quotidiani di sonno e veglia. Secondo la ricerca di Fred Turek e Deanna Arble, della Northwestern University, a parità di cibo consumato, chi mangia fuori orario aumenta di peso fino al 48% in più rispetto a chi segue i pasti regolari.
L’idea di questo studio è venuta osservando una categoria di lavoratori più a rischio di altre, cioè coloro che lavorano a turni e sono quindi costretti a mangiare in orari che spesso sono in contrasto con il ritmo naturale del corpo.

Annunci

Read Full Post »

Sembra che sia stato svelato il mistero dell’agopuntura. Sulla rivista Nature Neuroscience è stato pubblicato uno studio il quale sostiene che l’effetto analgesico dell’agopuntura non sarebbe un placebo ma un’effettiva produzione di antidolorifici naturali. Secondo i ricercatori, guidati da Maiken Nedergaard, nei tessuti trattati con agopuntura di alcune cavie, si è riscontrata una concentrazione 24 volte maggiore di adenosina, una molecola che ha un effetto analgesico.

Gli agopuntori in Italia sono circa 12.000, un numero rilevante, preceduto solo da Cina e Giappone.

Read Full Post »

Anche in Italia si stanno diffondendo sempre di più discipline come yoga, tai chi chuan o chi kung, esercizi capaci di dare equilibrio e serenità a chi li pratica.
Secondo uno studio della Harvard Medical School, il rilassamento e la meditazione ottenuti con tecniche come lo yoga agiscono a livello genico, rinforzando le difese dell’organismo.
Si ritiene che le arti marziali siano più sicure di altri sport oltre ad essere un metodo piacevole per promuovere il benessere e mantenere la forma fisica. Infatti, mentre il fitness occidentale crea un corpo forte ma rigido, le arti marziali cinesi propongono movimenti flessuosi che nascono dall’osservazione degli animali.
Uno studio realizzato sugli atleti della nazionale di karate dimostra che il loro allenamento coinvolge tutti i meccanismi della produzione di energia, sia quello aerobico, tipico degli sport di resistenza come ciclismo o maratona, sia quello anaerobico delle discipline come i 100 metri o il lancio del peso.
Secondo Arsenio Veicsteinas, responsabile scientifico, “chi dà il massimo impegnandosi in una gara amatoriale mette in atto, compatibilmente con le proprie capacità, lo stesso meccanismo metabolico dei campioni”.circoloolis_thaichi01
Quindi, anche coloro che praticano da anni attività soft come yoga o tai chi si assicurano un corpo da atleta: riduzione della massa grassa, buona densità ossea, miglioramento della funzionalità respiratoria e cardiovascolare.
Uno studio pubblicato qualche mese fa sull”American Journal of Public Health’ mostra che chi pratica tai chi chuan lo fa prima di tutto per mantenersi in forma, e solo in seconda battuta per ridurre lo stress o perché interessato alla cultura orientale.
Qualunque tecnica si scelga, “il primo risultato è quello di eliminare la dispnea da sforzo, il cosiddetto ‘fiatone'”, spiega Veicsteinas.
Infatti, nelle tecniche orientali il respiro, a cui la  cultura occidentale dedica poca attenzione, è fondamentale. La semplice respirazione addominale, praticata dilatando l’addome quando si inspira, massaggia i visceri migliorando la funzionalità intestinale e quella dei genitali e  favorisce l’ossigenazione e la circolazione del sangue.

Read Full Post »

“E’ meglio essere ottimisti ed avere torto piuttosto che pessimisti ed avere ragione”. – Albert Einstein

Uno studio svolto negli Usa rivela un legame tra stato d’animo, tumori e malattie cardiache. Chi è ottimista si ammala il 30% in meno. Secondo gli studiosi l’ottimismo aiuterebbe a vivere a lungo e in salute. Lo studio, compiuto su 100.000 donne è stato presentato durante l’ultimo congresso  dell’American Psycosomatic Society, ed ha dimostrato uno stretto legame tra uno stato d’animo brillante e positivo e il rischio di insorgenza di malattie cardiache o forme tumorali.

La ricerca è iniziata nel 1994, e ha preso in esame un ampio numero di persone studiandone la personalità. Dopo otto anni, è continuata studiando le persone che nel frattempo erano decedute. I ricercatori si sono accorti che la percentuali dei decessi era del 23% più alta tra coloro che in vita non avevano dimostrato un atteggiamento particolarmente ottimista mentre, tra le persone positive, si era riscontrato un 30% in meno di decessi.

Tra le varie ipotesi avanzate per spiegare il rapporto di causa-effetto c’è quella secondo cui le persone ottimiste reagiscono fisicamente meglio alla stanchezza mentale, seguono con scrupolo i consigli dei medici, e di conseguenza godono di una salute migliore.
E’ poi dimostrato che troppe emozioni negative e prolungate nel tempo, come rabbia, aggressività, angoscia, tristezza e frustrazione, producono uno stato cronico di stress negativo.

 

Ottimismo vuol dire imprimere un notevole contributo alla fiducia in se stessi e quindi aumentare la nostra autostima.
L’ottimismo si puo’ “coltivare” allenando la nostra mente al pensiero positivo. Tutto questo ci permette di affrontare i problemi del vivere quotidiano da un punto di vista diverso. 

Ecco un interessante link e recensione di un libro per imparare a coltivare l’ottimismo.

Read Full Post »

20-21 aprile 

A Verona, presso l’ Hotel Maxim Via Belviglieri 42, il Circoloolis, in collaborazione con l’Associazione TNM Institute, organizza corsi di formazione di Taping Neuro Muscolare.

 

 

Cos’è il Taping

Il Taping Neuro Muscolare é una tecnica basata sui processi di guarigione naturale del corpo. I muscoli non sono solo legati ai movimenti del corpo, ma anche al controllo della circolazione dei liquidi venosi e linfatici, della temperatura corporea ecc. Quindi il funzionamento non appropriato dei muscoli induce differenti tipologie di sintomi. La tecnica Taping Neuro Muscolare si basa su un concetto terapeutico che, adottando i principi della scienza Kinesiologica, agevola liberi movimenti al fine di permettere al sistema muscolare di aiutare il corpo ad auto guarirsi biomeccanicamente.

Per saperne di più e scaricare il programma dei corsi, clicca qui

Read Full Post »

Tra poco, appena fra due generazioni, le aspettative di vita degli uomini saranno pari a quelle delle donne. Questa previsione è stata fatta dal “Centres for Disease Control and Prevention” di Atlanta, e anche se è basata sulla popolazione statunitense può essere proiettata sugli altri Paesi occidentali.

Anche le donne continuano in verità ad allungare le proprie aspettative di vita ma il divario tra i due sessi si è ridotto.
Un bombo nato nel 2006 ha un’aspettativa di vita di 3,6 anni in più di un ragazzo nato negli anni ’90. Per le donne invece, la differenza è di un anno e nove mesi.
Quindi, se non ci saranno cambiamenti radicali rappresentati da guerre o epidemie, tra venticinque anni circa la parità sarà assicurata, non un anno di più, non un anno di meno.

Read Full Post »

Uno studio dell’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, ha riscontrato che i mirtilli, dotati di un’elevato potere antiossidante, riducono questa proprietà se assunti insieme al latte. I risultati di questa ricerca sono stati pubblicati sulla rivista specializzata Free Radical Biology and Medicine.E’ ormai accertato che i composti antiossidanti contenuti nella frutta e nella verdura hanno effetti protettivi sulla salute e i medici consigliano di consumarne in abbondanza.  Tuttavia, qual è il modo migliore per garantirsene gli effetti benefici? E’ consigliabile assumerli insieme ad altri alimenti, come avviene nei pasti di ogni giorno, o da soli?circoloolis_cranberry
I tecnici del Laboratorio di ricerca sugli antiossidanti dell’Inran, usando come modello il mirtillo, hanno cercato di dare una risposta a questi interrogativi. Nello studio sono stati coinvolti undici volontari sani a cui è stato chiesto di consumare 200 g di mirtilli più 200 ml di acqua e, a distanza di una settimana, 200 g di mirtilli più 200 ml di latte intero. A tutti i partecipanti sono stati prelevati dei campioni di sangue, prima dell’ingestione e 1, 2 e 5 ore dopo.

I risultati hanno evidenziato che i mirtilli da soli potenziano in maniera significativa  le difese antiossidanti. Se invece vengono ingeriti con il latte, non si verifica alcun potenziamento di queste difese.
Questi dati risultano in linea con studi precedenti condotti dagli stessi ricercatori su altri alimenti ricchi di antiossidanti, per esempio il tè e il cioccolato. Gli esperti dell’Inran avevano già appurato che se questi alimenti vengono associati con il latte diminuisce la loro attività antiossidante rispetto all’ingestione in assenza di latte.
In definitiva, le proteine del latte limiterebbero l’assorbimento delle molecole antiossidanti.

Ma quali sono le proprietà del mirtillo?

Le foglie contengono tannini, principi attivi dotati di attivita’ astringente e antidiarroica e la neomirtillina che ha effetto ipoglicemizzante.
I frutti sono rinfrescanti, astringenti, tonici  diuretici. Contengono numerosi principi attivi, fra cui le vitamine A e C, l’acido citrico e quello malico, la mirtillina, fosforo, calcio, manganese, utile per la protezione dei capillari. Proprio per questa ragione nella couperose sono d’aiuto le creme a base di mirtillo.
L’industria farmaceutica moderna utilizza le bacche in preparati contro le forme diarroiche e come componenti di antibiotici.

Ecco cosa possiamo fare con il mirtillo nero

Maschera contro la couperose:

  • Bollire in un quarto di litro di acqua un cucchiaio di bacche per 10 minuti
  • Schiacciarle e mescolarle con 2 cucchiai di avena polverizzata.
  • Stendere la pasta ottenuta sul viso tenendola per  10 – 15 minuti.
  • Sciacquare con acqua tiepida.

Contro l’infiammazione alla bocca:

  • Versare un cucchiaio di foglie in una tazza di acqua bollente.
  • Coprire e filtrare dopo 15 minuti.
  • Usare l’infuso per fare degli sciacqui e gargarismi durante la giornata. 

Ecco cosa possiamo fare con il mirtillo rosso

Un aperitivo:
far macerare per 10 giorni in un litro di buon vino rosso 30g di bacche di mirtillo. Agitare la bottiglia una volta al giorno. Filtrare e bere prima dei pasti.

Un aceto per la cucina e per uso cosmetico:
in un litro di aceto rosso forte versare 40g di bacche e lasciare macerare per 30 giorni e poi filtratelo. Usare per condire le verdure ma anche come tonico rinfrescante per il viso.

Per combattere le forme reumatiche:
bere tutte le mattine a digiuno una tazza di infuso di foglie di mirtillo, preparato con un cucchiaio di foglie messe a macerare in una tazza da te’ di acqua calda e filtrato dopo 10′.

Ed infine la  Linzer Torte

  • 150 g di burro
  • 250 g di farina
  • 150 g di zucchero al velo
  • 100 g di mandorle arrostite e tritate
  • 1 uovo
  • 10 g di cacao in polvere
  • 10 g di lievito in polvere
  • vaniglia
  • cannella
  • chiodi di garofano in polvere
  • la buccia grattugiata di 1 limone
  • 1 presa di sale
  • 300 g di marmellata di mirtilli rossi 

Mescolate  insieme burro e zucchero. Unite ed impastate la farina setacciata, il lievito, l’uovo, le mandorle e le spezie.
Raffreddate l’impasto e dividetelo in quattro parti. Stendete tre quarti dell’impasto fino ad uno spessore di circa un centimetro e mezzo. Con la pasta che rimane  fate delle strisce e stendetele sopra la marmellata formando il bordo e il reticolo interno, come nella classica crostata.
Spalmate con l’uovo e guarnite con qualche mandorla a fettine intorno al bordo.
Cucinate al forno per circa 40-45 minuti a 190°C.

Read Full Post »

Older Posts »