Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘tempo libero’

Questa mattina sono andato a vedere le famose catarate di iguazu,questa meraviglia del mondo ai confini con Brasile
la potenza dell’ acqua fa impressione il fiume Iguazu sembra molto tranquillo ma poi…
la natura è rigogliosa, tantissime farfalle multicolori e disegni strani.
Molti turisti, tante passarelle ,treno,elicotteri,gommoni…forse un po’  troppo ma ci si vive e vengono da tutto il mondo per vederle.
Il caldo è abbastanza afoso e gli insetti mangiano parecchio.
Domani mi sposterò a Posadas dove ho un appuntamento con amici di Domitilla.
Attorno ci sono molte missioni gesuitiche…vedremo.
ciao

Questo slideshow richiede JavaScript.

Per chi vuole sapere le origini di questo viaggio…vada qui
Annunci

Read Full Post »

Lettera n° 2 – 14/12/2010 – Penisola di Valdes – El Calafate

ciao a tutti

abbiamo fatto 2 Italie .

Noleggiato auto sulla penisola di Valdez 500 km di sterrato dritto, sole e campi con pecore e guanachi

Scogliere molto belle con colonie di pinguini e leoni marini

Baleen, siamo arrivati tardi per l’imbarco .

Il giorno prima eravamo andati in bus e abbiamo girato a piedi sulle scogliere…   grandine permettendo…un pò di km fatti a piedi.

Puerto Piramides spiaggia molto bella e molto caldo

Lasciato Porto  Madrin con un cama verso Rio Gallegos arrivati ad un terminal di bus piccolo e incasinato…..

La guida  non diceva molto di Rio Gallegos d abbiamo comperato il biglietto per El Calafate.

Arrivati dopo 5 ore  ora siamo su un lago con iceberg e  fenicotteri cittadina turistica ma bellla ad 80 km dal Perito Moreno.

Abbiamo comperato i biglietti x domani .Un’altro giorno faremo anche un’ escursione a piedi su un altro lago

La natura e’   incredibile

la strada diritta e ovunque ti giri ti sembra tutto uguale  (ti sembra di essere nel romanzo di Soriano “Un’ ombra ben presto sarai)

Il vento ti accompagna sempre per cui puoi stare in maglietta per poi  metterti una maglia…..  freddo per ora no.

Che altro dire…

mio nipote e’ entusiasta di tutto

l’Argentina non e’ posto x vegetariani si mangia carne incredibile ovunque x pochi soldi

alla prossima ciao

Lettera n° 3 16/12/2010 El Calafate

El Calafate e’ un frutto di un arbusto spinoso blu, grande come un mirtillo dal sapore amaro ed infine dolce come la Patagonia

Chi lo mangia poi ritorna ci e’ stato detto da una guida di un sito archeologico a 8 km da qui

Abbiamo trovato alcuni frutti maturi….mangiati

Il tempo e’ variabile e martedi’ tirava ai 90 all’ora, tutto bloccato.

Siamo in una cittadina simile per servizi a Canazei,  molti negozi di alpinismo marche delle migliori, prezzi molto buoni.

Ieri siamo andati al Perito Moreno,  leggera pioggia. Abbiamo visto i primi alberi da quando siamo partiti da Buenos Aires

Ghiacciaio maestoso 40 metri di altezza, 250 kmq che si continuano a riformare , colore di un blu mai visto sembrava ci fossero delle lampade all’interno del ghiacciaio

I pezzi che si staccano fanno un rumore pazzesco

Presa barca x giro sotto il fronte.

Purtroppo non ho il computer qui il wifi e’ ovunque. bar  hotel ristoranti stazioni bus…..come da noi!

Abbiamo preso i biglietti x la fine del mondo sabato mattina alle 3 si parte arrivo alle 9 di sera

Vediamo che giro facciamo e..vedremo lo Stretto di Magellano

ciao a tutti

Lettera n° 4 19/12/2010 da El calfate a Ushuaia

Partiti da El Calafate alle tre della mattina

cambio con colazione alla stazione bus di Rio Gallegos partenza con il classico ritardo

1′ frontiera argentina tanta confusione non andiamo xche una donna non ha i documenti del figlio….si parte dopo un’ora senza la donna…

il paesaggio non cambia fino allo Stretto di Magellano …pianura,,pecore nuvole che ti senbra di toccare con un dito

Cile il paesaggio cambia..colline da sfondo,  verde pecore e vacche,

strada sterrata, l’autista si perde un paio di volte,,,sembra si girare intorno…..

Frontiera argentina timbro passaporti

La strada continua sterrata x altri 10 km poi di nuovo cemento asfalto

abbiamo ancora 300 km …..dopo Rio Grande il paesaggio cambia

faggi australi…tronchi stranissimi…alberi morti…si vedono le montagne

comincia un lago e la strada dolcemente sale

arriviamo al passo Garibaldi e…. ciclisti e’ una meta per loro

comincia a piovere..ancora pochi km

Finalmente abbiamo raggiunti la nostra meta anche se con ritardo

Ushuaia…..circondata da monti innevati,,,bella

Troviamo da dormire e poi a mangiare senza lavarsi

,,,,,,,,,,,,,il nipote ha fame…sempre fame,,,,,,,,

Questa mattina siamo scesi al porto ed abbiamo  preso una barca a vela   (penso 11 m )per un tour su isolotti del canale di  Beagle,

leoni marini…..cormorani di varie specie piante strane vista stupenda

Siamo a 80 km dall’Atlantico e dal Pacifico

Nel ritorno una nostra compagna di tour ha chiesto di poter prendere il timone e ci ha portato fino al porto….era felicissima….

Cosa posso dire…arrivati in fondo ho fatto la coda solo per uscire da BA…..pianura,,,,,pali con filo lungo la strada,,,pecore …,mucche,,,,guanachi e volpi e tanto vento

gente cordiale..

pochissime chiese…qualche cimitero……tanto nulla da perdersi

ciao a tutti

un bacione

Lettera n° 5 21/12/2010 Tren del fin del mundo

ciao a tutti

questa mattina ha nevicato un po’ anche qui e l’aria e’ piu’ frizzante

come giornata dalla luce non c’e male

Il sole sorge alle 4 e tramonta verso mezzanotte…..  si va a letto con il sole alto

Ieri abbiamo fatto una camminata su un monte dietro la citta’…siamo arrivati ad una forcella a circa 1200m…c’era ancora neve e ogni tanto tirava un forte vento

Oggi abbiamo preso un treno, la cui linea ferrata e’ stata costruita dai carcerati di una colonia penale fatta algli inizi del 900 per colonizzare la zona

Era come la Cayenna francese…i prigionieri andavano tutti i giorni a prendere la legna x scaldare la prigione e far andare una centrale termoelettrica…

Ora la prigione e’ un museo navale e marittimo che vedreno domani

Il treno ci ha portati dentro un parco nazionale ed abbiamo preso un sentiero che seguiva un lago…tanto verde tanti funghi  tanti straini uccelli

i nostri 8 km fatti anche oggi…siamo soddisfatti

Non so se sono arrivate le foto le ho mandate a caso,,,ora non ho il lettore x spedierne altre

ciao a tutti

Read Full Post »

Ci è stato segnalato per

sabato 20 marzo alle ore 21,00

uno Spettacolo di Danze Orientali

al Teatro Nuovo di S. Michele Extra

in Via Monti 7/c a Verona

Direzione artistica Maria Rita Gandra

“Sogno Orientale” vuole essere una metafora della vita attraverso il percorso del vissuto nell’arco di un giorno

L’alba è la nascita del sole con il risveglio della vita, dando inizio al percorso che porta la natura a gioire quando esso è allo zenit.

Poi lentamente la vita rallenta assieme al sole che si corica al crepuscolo, lasciando nostalgiche e malinconiche melodie che parlano di amore e sentimenti.

La notte, la luna emerge in tutta la sua magnificenza e domina sopra alla natura addormentata richiamando spiriti notturni.

Buon divertimento a tutti!

Read Full Post »

circoloolis_festadellaletturaAnche quest’anno si tiene a Cerea la festa della Lettura. Dal 21 al 25 ottobre il paese è animato da incontri, presentazioni, letture e laboratori. Il tema conduttore di quest’anno è: “Anima…li fra le pagine”.

Animali che hanno un solo difetto: non sono capaci di leggere!

Di seguito il programma.

Mercoledì 21 ottobre


I colori della fantasia

Letture e laboratorio in trasparenza per bambini da 6 a 10 anni

con la Biblioteca di Cerea, Elena, Isabella e Giulia

15.30-18.00 – in Biblioteca


Cerimonia di inaugurazione

A seguire, incontro con l’autore Giancarlo Ferron

e letture pubbliche con la partecipazione delle Autorità

Mostra fotografica: “Gatti, una storia d’amore”

dalle 17.00 – in Sala Consiliare


Buffet aperitivo

a cura della scuola alberghiera “Don Calabria”

sezione di Cerea

20.30 – in Sala consiliare


Proiezione: “Earth – la nostra terra”

Documentario Disney Nature

21.00 – Cinema Mignon


Armonia di note e versi”

Viaggio musicale-letterario nel mondo animale

21.00 – Caffè Gelateria “Dolce Vita”



Giovedì 22 ottobre


Animali e uomo nella tradizione popolare

con i lettori del gruppo “Tra le righe” di Cerea

9.30 – Istituto “De Battisti”


Gli animali di Esopo, Fedro e La Fontaine

10.30 – coop. Anderlini


I teneri animali della fattoria

Laboratorio per bambini da 1 a 3 anni

a cura del Club dei Mitici

10.30-11.30 – Palazzo Grigolli-Bresciani


Facciamo un libro

Laboratorio per bambini da 8 a 10 anni

a cura dell’Ass.ne “Il Cigno” con Marisa Marconcini

16.00-17.30 – Chiosco Municipio


Laboratorio di fumetti con gli animali di Walt Disney

Laboratorio per bambini da 8 a 11 anni

a cura di Cyrano Comics

16.00-17.30 – Biblioteca


I colori della fantasia

Letture e laboratorio in trasparenza per bambini da 4 a 10 anni

con la Biblioteca di Cerea, Elena, Isabella e Giulia

16.00-17.30 – Gelateria Zodiaco


L’oroscopo cinese

per bambini da 6 a 11 anni

a cura dell’ass.ne “Il sorriso di Ilham”

16.00-18.00 – Centro per la Famiglia “La rete”


Uomini boschi e api” in Mario Rigoni Stern

a cura del gruppo “Legger-mente”, del “Piccolo Teatro di Oppeano”

con il Coro Polifonico di S. Maria di Zevio

20.45 – Villa Ormaneto


L’animale: dono e rimedio per l’animo umano

a cura di Erboristeria Erborella e coop. VerdeArancio

20.45 – Erboristeria Erborella



Venerdì 23 ottobre


Mostra del libro

a cura di Libreria JOLLY

9.00-18.00 – Sala consiliare


I teneri animali della fattoria

Laboratorio per bambini da 1 a 3 anni

a cura del Club dei Mitici

10.30-11.30 – Palazzo Grigolli-Bresciani


Facciamo un libro

Laboratorio per bambini da 8 a 10 anni

a cura dell’Ass.ne “Il Cigno” con Marisa Marconcini

16.00-17.30 – Chiosco Municipio


Laboratorio di fumetti con gli animali di Walt Disney

Laboratorio per bambini da 8 a 11 anni

a cura di Cyrano Comics

16.00-17.30 – Biblioteca


Gli animali di Thun

a cura di Enea Francioli e Club dei Mitici

dalle 18.00 – Negozio “Enea Francioli”


L’oca in cucina e non solo

a cura di Ristorante “Da Aldo” con Teatro Giovani Cerea

20.30 – Ristorante “Da Aldo”


Santi e animali. Letture e musica

a cura di Don Martino Signoretto, Nella dall’Agnello,

Giovanni Modena, Elisa Zoppei, Giancarlo Volpato e

i musicisti medievali Alessandro Pistoia e Maurizio Apolloni

20.45 – Chiesa di San Zeno


La famosa invasione degli orsi in Sicilia”, di D. Buzzati

riduzione di L. Bronzato

a cura di Ass.ne Teatro Aperto. Al flauto Alessandro Merlin

20.45 – Teatro di Asparetto



Sabato 24 ottobre


I teneri animali della fattoria

Laboratorio per bambini da 1 a 3 anni con i genitori

a cura del Club dei Mitici

10.30-11.30 – Palazzo Grigolli-Bresciani


Mostra del libro

a cura di Libreria JOLLY

9.00-18.00 – Sala consiliare


Animali misteriosi alla Tombola

con possibilità di visita all’Oasi

a cura dell’ass.ne Naturalistica Valle del Brusà

dalle 15.00 – Oasi Valle Brusà


La sag(r)a dei topolini

laboratorio per bambini da 5 a 10 anni

a cura di Didanza Cerea e Pasticceria Lanza

15.00-17.00 – Palazzo Grigolli-Bresciani


Animali, palloncini e… Fantasia!

laboratorio per bambini da 4 a 8 anni

a cura di Alessia e Fiammetta

15.00-17.00 – Chiosco Municipio


Maratona di lettura

a cura di Gruppo di lettura “Tra le righe”, Teatro Giovani

Volontari Istituti Scolastici,

Utenti del Sistema Bibliotecario Provinciale di Verona

Chi desidera partecipare, contatti la biblioteca di Cerea

15.00-20.15 – Sala consiliare


Animali maestri di vita

a cura della coop. VerdeArancio

17.00 – Trapuntificio Cardinetti


L’arcobaleno nel cuore

Rappresentazione teatrale

a cura dell’ass.ne “Dono del Sorriso” e circolo NOI

20.45 – Chiesa Parrocchiale


Favole e leggende

a cura di Nella dall’Agnello, Giovanni Modena,

Elisa Zoppei, Giancarlo Volpato e il musicista

Alessandro Apolloni

20.45 – Villa Bottura


Animali e burattini

omaggio alla favola più famosa di Collodi

a cura di Vittorio Bagatin e del gruppo adolescenti di Cherubine

21.00 – Teatro Parrocchiale di Cherubine



Domenica 25 ottobre


Le sacre scritture e gli animali

a cura del gruppo di lettori “Tra le righe” di Cerea

10.30 – Chiesa della Palesella


L’arte degli uccelli con alli d’angelo (P. Neruda)

con “Estravagario teatro” di Verona,

“Laboratorio musicale Da Vinci” e gli artisti di A. Pesente

a cura di Appio Spagnolo – corso di arte visiva

10.30 – Appio Spagnolo


Le sacre scritture e gli animali

a cura dei gruppi di lettori “Tra le righe” di Cerea

e “ABC” di Legnago e il coro di Cerea

11.00 – Chiesa della Beata Vergine


Le sacre scritture e gli animali

a cura dei gruppi di lettori “Tra le righe” di Cerea

e “ABC” di Legnago

11.30 – Canonica di Aselogna


Animali, palloncini e… Fantasia!

laboratorio per bambini da 4 a 8 anni

a cura di Alessia e Irene

11.30 – Cortile della Canonica di Aselogna


Due lupi in fuga”

conversazione con Paolo Perlini

a cura del “Piccolo Teatro di Oppeano” e

ass.ne “Il Cigno”

11.30 – Palazzo Grigolli-Bresciani


Ringraziamenti e brindisi di cortesia

Amministrazione Comunale

13.00 – Palazzo Grigolli-Bresciani


Le sacre scritture e gli animali

a cura del gruppo di lettura “Tra le righe” di Cerea

e Coro di S. Vito

17.00 – Chiesetta della Beata Vergine di Lourdes di S. Vito


Mostre


Gatti: una storia d’amore” (mostra fotografica)

I gatti di Noemi” (mostra di pittura)

Mercoledì 21 ottobre – 17.00-21.00, in Sala consiliare

da giovedì 22 a sabato 24 ottobre – 10.00-12.30 / 15.00-18.00, a Palazzo Grigolli-Bresciani

domenica 25 ottobre – 10.00-12.30, a Palazzo Grigolli-Bresciani

a cura di Villa Viola delle Gatte


Animali nell’ambiente naturale e nel lavoro” (mostra di pittura)

da giovedì 22 a sabato 24 ottobre – 10.00-12.30 / 15.00-18.00, a Palazzo Grigolli-Bresciani

domenica 25 ottobre – 10.00-12.30, a Palazzo Grigolli-Bresciani

a cura di Ivo Veronese “El magno”


Santi e Animali” (mostra di immagini sacre)

da mercoledì 21 a sabato 24 ottobre – 15.00-18.00, Chiesetta Beata Vergine di Lourdes S. Vito

domenica 25 ottobre – 15.00-18.00

a cura di Biblioteca Comunale “B. Bresciani” e “Cartantica”


Mostra-Mercatino del libro nuovo e usato

sabato 24 ottobre (pomeriggio) e domenica 25 ottobre (mattina),

Casa della Gioventù Parrocchiale

a cura di Consiglio Comunale dei Ragazzi e Circolo Noi


Mostra del libro

mercoledì 21 (pomeriggio), venerdì 23 e sabato 24 ottobre 9.00-18.00

a cura di Libreria JOLLY

Read Full Post »

È opinione comune credere che il gioco sia solo un modo piacevole per trascorrere il tempo, un momento di svago per i bambini. Per lungo tempo è stato associato al divertimento, alla ricreazione: un tempo che si concede prima di dedicarsi a cose più serie o una pausa dopo prolungati impegni di studio. sett2008g 016
Spesso assume la funzione di premio, di ricompensa trascurando in definitiva il suo aspetto educativo. Diversi sono invece i contributi pedagogici che sottolineano come il gioco sia un momento privilegiato dell’educazione.
Purtroppo, il gioco è ormai diventato un’attività solitaria o da svolgersi al chiuso (nella cameretta o in salotto) o luoghi protetti (i parchi giochi). Fortunatamente, per tre giorni all’anno tutti gli abitanti di Verona tornano a giocare come ai vecchi tempi.
Anche quest’anno infatti, si svolge la Settima edizione del Tocatì, festival internazionale dei giochi di strada.
Il festival prende il nome dalla voce dialettale veronese che vuol dire “tocca a te”. Questo è un evento unico per le sue caratteristiche in Italia e in Europa. Vie e piazze del centro storico tornano ad essere luoghi di incontro e di festa. Per tre giorni (25-26-27 settembre) le comunità ludiche tradizionali propongono oltre 50 giochi, tra quelli italiani e quelli di un paese ospite, che quest’anno sarà la Grecia.
Il Festival promuove inoltre esposizioni, istallazioni urbane e d’arte, incontri e convegni, laboratori didattici, concerti di musica tradizionale e degustazioni di prodotti tipici.

Tutto questo a Verona, il 25-26-27 settembre nelle vie e piazze del centro storico.

sett2008g 020

sett2008g 037
sett2008g 030

Read Full Post »

Anche quest’anno si è tenuto a Ferrara dal 21 al 30 agosto il “Ferrara Buskers Festival”

circoloolis_buskers1

Una grande manifestazione che per una settimana ha riempito le vie e le piazze della città di artisti di strada provenienti da tutto il mondo.

L’iniziativa nasce nel 1988  con l’intento di valorizzare la figura del musicista di strada e di far conoscere una città ricca di storia e fascino.

Con i suoi 800.000 spettatori, il Ferrara Buskers Festival è diventata la più grande manifestazione al mondo dedicata all’arte di strada.

Vi hanno partecipato musicisti, acrobati, mimi, clowns e non solo, che si sono esibiti a più riprese in punti diversi della città dalle 18,00 alle 24,00.

Un grande merito alla città delle biciclette, Ferrara è nota infatti da tempo per aver incentivato con successo l’uso della bicicletta al suo interno e nella periferia.

circoloolis_buskers2

L’ingresso è ad offerta libera, tutti gli spettacoli sono gratuiti e  nonostante il numero degli spettatori si trovano parcheggi disponibili senza difficoltà e la città appare pulita e ben organizzata per ospitare un evento di questa portata.

Grazie al proprio successo e al conseguente effetto di imitazione, il Festival ha contribuito, inoltre, a far nascere un vero e proprio settore, che può contare oggi su oltre 200 iniziative distribuite su tutto il territorio nazionale.

Per i tantissimi spettatori, provenienti da tutta Italia e, in misura significativa, anche dall’estero, il Festival è un entusiasmante giro intorno al mondo alla ricerca di sonorità familiari ed esotiche, è un’appassionante caccia al tesoro per scoprire gli strumenti più originali, le performance più fantasiose, i costumi più appariscenti.

I protagonisti del Festival sono i buskers, artisti girovaghi che, nella loro attività quotidiana, cercano di regalare un po’ di poesia e buonumore, a persone spesso distratte e indaffarate. La misura del loro gradimento sta nella capacità di guadagnarsi l’attenzione di questo pubblico e di riempire il cappello di segni tangibili di a

circoloolis_buskers3

pprezzamento.

Gli artisti del Ferrara Buskers Festival non percepiscono compensi, anche se tra di loro vi sono spesso apprezzati professionisti dell’arte di strada. La generosità degli spettatori, nel darsi e nel dare, viene perciò particolarmente apprezzata.

Read Full Post »

Quando vi trovate immersi nel traffico in  coda all’ennesimo  semaforo avete mai provato la voglia di mollare la macchina, scendere e andare a piedi?P1000809

A me ultimamente capita spesso e qualche volta, dove era possibile accostare la macchina senza intralciare il traffico, mi è anche capitato di scendere e dire “basta vado a piedi che è meglio”.

Certo si potrebbe obbiettare che avrei potuto partire da casa a piedi oppure in autobus o in bicicletta, in effetti molto spesso lo faccio ma ci sono volte in cui prendere la macchina ti sembra quasi un obbligo anche per non dover attraversare in bicicletta strade perennemente intasate.

Cuba estate 2009

Con una piccola auto a noleggio partiamo dall’Avana per fare un giro sull’isola.

La prima cosa che noto è che qui non ci sono semafori. A parte qualche eccezione uscendo dall’Avana i semafori sono sostituiti, dove servono, dalle rotonde.

La seconda cosa che noto è che non ci sono, a parte rari casi, indicazioni stradali e questo è un bel problema.

P1000665Il parco macchine di Cuba non è certo paragonabile per numero a quello italiano o di qualsiasi altro paese, ed è costituito principalmente da macchine piccole e medie per lo più giapponesi che i turisti noleggiano per fare il tour dell’isola. Poi troviamo i meravigliosi macchinoni  americani degli anni 50 che per la maggioranza sono in condizioni non ottimali e che ti chiedi sempre quanto possono consumare visto che la benzina costa come da noi.

Poi abbiamo camion e carretti, tanti carretti trainati da cavalli qualche volta da buoi, e gente a piedi, tanta gente a piedi o che fa l’autostop.

Qui chiedere un passaggio è praticamente normale , lo fanno i bambini all’uscita dalla scuola, lo fanno le persone che lavorano o che si spostano per motivi personali. Tutti fanno l’autostop e molti, specie nelle città più grandi, offrono anche un contributo spese per il passaggio.

Ovviamente esistono gli autobus o le corriere ma nell’attesa che arrivino tutti chiedono un passaggio e facilmente lo trovano. Si può fare autostop anche sulla “Carretera Central”, la via che attraversa tutta Cuba partendo da Maria la Gorda a est per arrivare a Baracoa all’estremo ovest, passando ovviamente per l’Avana. Questa specie di autostrada che in alcuni tratti è a sei corsie, in altri si trasforma in quella che da noi sarebbe definita una strada normale  a due corsie.  E’ possibile attraversare la corsia opposta per uscire o per fermarsi a mangiare in una delle poche aree di sosta.P1000530

Spesso dove ci sono gli svincoli, al riparo di un cavalcavia, le persone in attesa sono molte e un signore vestito di giallo regola il traffico degli autostoppisti, un lavoro che da noi sarebbe impensabile.

La questione dei segnali stradali per uno che non conosce le strade è complicata, ad ogni bivio ti viene il dubbio di essere o meno sulla strada giusta e quindi bisogna chiedere, anche perché alcune strade secondarie sono piuttosto malandate e percorribili solo molto lentamente, quindi sbagliare anche di 10 chilometri e dover tornare indietro può voler dire un’ora di viaggio in più.

Spesso andando si incontra gente a piedi in zone dove ti sembra che non ci sia niente e ti viene da pensare dove può essere diretta questa persona che non sembra per niente preoccupata del caldo e del tempo che impiegherà per arrivare, al massimo farà l’autostop.P1000449

Read Full Post »

Older Posts »