Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘vecchi rimedi’

circoloolis_bouleUno dei vecchi rimedi delle nostre nonne sta ritrovando nuova vita: è la vecchia boule o borsa dell’acqua calda, quell’involucro solitamente arancione o rossiccio e dall’inconfondibile odore. Veniva usata tenendola stretta al corpo nelle case poco riscaldate oppure per provare sollievo dopo un’indigestione o un malanno qualsiasi.
A Tokio ma anche in tutto il Giappone va a ruba. E’ l’unico articolo che ha aumentato le vendite, nonostante la crisi economica che ha colpito anche il Sol Levante.
Ed è interessante vedere come questo tradizionale oggetto, che di sofisticato non ha nulla, riesca ad avere più successo dei numerosi gadget elettronici.
Secondo gli esperti il motivo principale è che permette di risparmiare sulle spese del riscaldamento e quindi si riducono anche i danni per l’ambiente.
Una boule dell’acqua calda, usata al posto dell’energia usata per riscaldare una casa durante la notte, equivale ad una riduzione di circa 30 chilogrammi di emissioni di ossido di carbonio l’anno.
A Hokkaido, la regione più fredda del Giappone, le vendite sono aumentate del 260 per cento rispetto allo scorso anno.
A Tokio se ne vendono di tutti i tipi, con prezzi che variano dai 6 ai 120 euro.
In alcune situazioni la borsa dell’acqua calda, agendo attraverso il calore su alcune molecole, può funzionare quasi come un antidolorifico. La scoperta è stata fatta presso l’University College di Londra dove, sfruttando delle nuove tecnologie, hanno monitorato i recettori del calore e del dolore all’interno delle cellule.
E oltretutto, sembra che sia di valido aiuto nelle crisi depressive.

Annunci

Read Full Post »